Il tema di Giulia

Cristiano Porqueddu Various thoughts Leave a Comment

Giulia è la figlioletta di Gianluigi (mio cugino di primo grado da parte di mia madre) e Anna. Pochi giorni fa ricevo via WhatsApp un video nel quale la piccola giocava con una applicazione che emulava un pianoforte (grazie a Dio non era una chitarra!)

“Dal tablet alla Carnegie Hall il passo è breve” è il testo scherzoso che accompagna il video.

Nonostante la nostra conoscenza affondi le radici nella nostra infanzia, Gianluigi non ha ancora compreso bene che le sfide mi piacciono. Molto.

Stamattina ho scaricato il video dallo smartphone. Eccolo qui sotto, con il volto nascosto della piccola per ovvii motivi.

Qui ho estratto la sequenza di note che la piccola Giulia riproduce casualmente. Alcune impercettibili varianti per la necessità di far rientrare il tema in uno schema ritmico (e un’ottava sotto)

La prima idea, quella più ovvia, è stata quella di scrivere un piccolo preludio su queste note. Sì, carina, ma molto banale.

Ho deciso quindi di procedere in un modo diverso. Avanzo pubblicamene una richiesta a tutti gli amici compositori che intendono accettare questa piccola sfida: una composizione per chitarra sola della durata massima di tre minuti basata sul tema qui sopra.

Nel secondo trimestre del del 2021 registrerò tutte le composizioni ricevute, le renderò pubbliche e scaricabili gratuitamente ai singoli autori che potranno farne l’uso che preferiscono.
Quella che sarà più vicina al mio sentido e che si avvicinerà di più alla costruzione del programma, sarà eseguita come brano di apertura della seconda parte del concerto che terrò alla Carnegie Hall il 2 Luglio del 2021.

L’invio delle composizioni dovrà avvenire esclusivamente via email all’indirizzo cristianoporqueddu@gmail.com entro il 30 Dicembre 2020.

Vi basta, come sfida?

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.