REC di Jaume Balaguerò

rec1

Ieri sera avevo in mente un programma di tutto relax. Multisala e popcorn.
Ma non è andata così.
REC, il film di Jaume Balaguerò, mi ha tenuto per un’ora e mezza sul ciglio della poltrona.

La trama:
Una reporter sta realizzando un servizio in una stazione di pompieri con l’intenzione di far conoscere il loro lavoro e la loro vita. Angela e il suo cameraman accompagnano quindi una squadra in un intervento che solo in un primo momento sembra essere di routine, che che ben presto si trasformerà in un vero incubo. Intrappolati all’interno dell’edificio, i pompieri e l’equipe televisiva dovranno affrontare un orrore sconosciuto e letale.

Ecco il trailer in italiano

Il film è spaventoso.
Dopo The Blair Witch ProjectCloverfield sembra che questa mania dell’image-verité stia iniziando seriamente a prendere piede.
Nonostante i due precedenti lavori di Balaguerò non siano stati da urlo (Fragile e un cortometraggio di cui non ricordo il titolo al momento) qui le cose si mettono diversamente. Ci sono molti richiami a [i]Marebito [/i]di Takashi Shimizu ma costruzione del senso di soffocamento è ancora maggiore.
Consigliato a chi ama farsi cogliere di sorpresa e farsi spaventare nonostante una vocina interna che ripete in continuazione “Sta per succedere, non ti devi spaventare. Sta per succedere, non ti devi spaventare” (la scena della botola finale è tremenda).
Buona visione.

Leave a Reply