Ciao Matanya

Cristiano Porqueddu Various thoughts Leave a Comment

È anche grazie a Matanya Ophée che ho trovato il coraggio di scrivere musica per chitarra. È stato il concorso “Gorod Na Kame” da lui bandito nel 2010 che mi ha consentito di pubblicare le variazioni sull’omonimo tema a lui molto caro.
Amico da moltissimi anni è stato un contatto prezioso in innumerevoli casi. Fondamentale il suo apporto nel progetto discografico dedicato alla musica di autori russi.

Nonostante l’abbia incontrato personalmente solo tre volte è una delle pochissime persone che ho conosciuto con cui ho immediatamente stabilito un forte legame; un legame continuamente alimentato non da biglietti di auguri o frasi di circostanza ma da una reciproca, immediata, silente disponibilità, in ogni circostanza.

Apprendo ora della sua scomparsa e sono vicino alla sua famiglia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *