Iscrizione alla SGAE per la protezione dei diritti di autore /2

 

[SECONDA PUNTATA]

Continuo la stesura del mio personale Vademecum per l’iscrizione alla SGAE spagnola per la protezione dei diritti di autore delle proprie opere. In questa seconda puntata mi occuperò di descrivervi la procedura per diventare Socio SGAE e avere quindi la possibilità di registrare e proteggere le vostre opere.

La prima operazione dal fare è collegarsi al sito della SGAE ed in particolare alla pagina “Hazte Socio” (letteralmente “Diventa un socio“). Il link diretto è questo: http://www.sgae.es/hazte-socio/como-autor/

Per poter diventare Socio Autore della Sgae occorre compilare TUTTO IN MAIUSCOLO il documento “Solicitud de ingreso” (“Domanda di ammissione“). Si tratta di un PDF da scaricarecompilare e infine stampare, che si divide in due sezioni principali:

  • “Solicitud de Incorporación a SGAE” (Richiesta di  iscrizione alla SGAE)
  • “Contrato de gestión” (Contratto)

In questa seconda puntata verranno descritti i dettagli  e le modalità di compilazione della “Solicitud de Incorporación a SGAE” 

Ecco l’immagine in bianco della prima pagina del modello:

ModelloSGAEIscrizione01

Niente panico. E’ più facile di quel che sembra. Posizionate il mouse sulle righe e iniziate a compilare. La prima pagina riguarda i dati anagrafici incluso cognome, nome, sesso, domicilio eccetera. Se non parlate fluentemente lo spagnolo o l’inglese, vi sconsiglio di fornire un numero di telefono ma di inserire solo l’email. Un’altra cosa, a scanso di equivoci, compilate sia il blocco DOMICILIO POSTAL che DOMICILIO FISCAL anche se corrispondono. Se avete una partita IVA potete inserirla nell’apposito spazio. Ripeto: usate solo IL MAIUSCOLO PER COMPILARE L’INTERO MODULO.

Procediamo con la compilazione dei dati professionali, subito sotto quelli anagrafici. Questo Vademecum è scritto pensando ad un compositore di musica classica. Se scrivete musica di altri generi spuntate quelli appositi nel modello. Attenzione: fate una scelta. Non indicateli tutti ma solo quelli che vi interessano. Per i compositori di musica classica, la spunta va sulla voce “Sinfonica

Ecco l’immagine dal modello:

ModelloSGAEIscrizione02

Nello stesso spazio, se siete anche interpreti (non obbligatoriamente della musica che intendete depositare presso la SGAE), spuntate la voce “¿Además de autor es Vd. intérprete?” (“Oltre che autore, lei è anche inteprete?”) ed indicate il vostro nome e cognome nella casella “Nombre artístico” (“Nome artistico”)

A pagina 3 compiliamo i dati amministrativi. Anche qui, è facile: basta mettere la spunta sulla quarta voce a sinistra “Compositor (obras musicales, dramático-musicales, coreográficas y audiovisuales)

Subito sotto vi consiglio di specificare “Castellano” per la ricezione delle informazioni SGAE.

Sotto i dati amministrativi, abbiamo la modalità con cui la SGAE vi pagherà i diritti. Innanzitutto specificate in quale modo volete che la SGAE vi comunichi gli estratti conto. Vi consiglio la consultazione personale via web, risparmiamo lo spreco di carta e inutili costi. La SGAE, successivamente, vi fornirà userID e Password e potrete visionare il vostro conto quando lo vorrete.
Quindi, alla voce “Formato de liquidación de derechos” (“Modalità del pagamento dei diritti“) spuntate “Consulta Internet

Per quanto riguarda la Forma de Cobro (“Forma di pagamento”) anche se non sono un amante delle transazioni elettroniche tra banche (tutt’altro!) consiglio caldamente l’uso del bonifico bancario. Anche perché l’alternativa è l’invio di un assegno per posta e, sapete meglio di me che cosa significhi – in termini di costo – depositare un assegno estero nelle banche italiane! Se non avete un conto bancario (o Postale: da qualche anno le Poste Italiane consentono la ricezione di bonifici e hanno un codice IBAN proprio come quello delle banche) siete costretti a optare per l’assegno ma non è una buona soluzione.

Quindi, alla voce “Forma de Cobro” preferite quindi il Bonifico Bancario e spuntate ” Transferencia

Passiamo quindi ad indicare le coordinate del conto bancario su cui volete ricevere i vostri diritti di autore.

ModelloSGAEIscrizione03

Ignorate il primo blocco (destinato ai correntisti spagnoli) e compilate il blocco che segue indicando, di seguito i dati della vostra banca e cioè:
– Nome della banca
– Indirizzo completo di numero civico e CAP
– Città
– Titolare del conto (che deve essere obbligatoriamente lo stesso nome e cognome indicato nella parte anagrafica)
– Numero del conto
– Codice SWIFT
– Codice IBAN
Ignorate i codici CLABE e ABA.
Il codice Swift (fondamentale per le operazioni da e per l’estero) e tutti gli altri dati sono reperibili presso la filiale della vostra banca o, se siete correntisti BNL, direttamente sulla pagina principale dell’HomeBanking.

Subito sotto avete una serie di allegati (dovete includerli tutti) che sono:
– La registrazione di una nuova opera presso la SGAE
– Due esemplari del Contratto di Gestione con data e firma
– Fotocopia del documento di identità
– La copia di un programma di sala o di un disco che include la vostra opera già eseguita che dimostri la vostra condizione di autore
– Una fotografia formato tesseraParleremo dettagliatamente dei primi due allegati nella prossima puntata di questo Vademecum. Nel frattempo potete iniziare a preparare gli altri tre.

Infine, nella pagina che segue, spuntate la prima parte del testo. Così facendo state dichiarando di non far parte del direttivo e di non essere impiegato presso la SGAE o in società a questa collegate.

Ignorate la seconda parte e, in fondo alla pagina inserite la località (En…) la data (Fecha…) e la vostra firma leggibile nel box subito a destra.

Se hai apprezzato questo post, offri un caffè allo staff del Forum Italiano di Chitarra Classica.

Tagged under:

28 Comments

  1. Ciao Cristiano,
    innanzitutto complimenti per l’ottimo lavoro!
    Vorrei chiederti se sai darmi un’informazione aggiuntiva. Il mio conto corrente è cointestato, e poiché aprirne un altro comporta varie spese (anche perché sono uno studente e non lavoro) pensavo di fare una carta prepagata con codice IBAN con la quale è possibile fare e ricevere bonifici dall’estero. Il modulo di iscrizione richiede tuttavia il numero di conto. non riesco a capire se basta fornire l’IBAN…
    Grazie in anticipo,
    Francesco.

Lascia una risposta

Pin It on Pinterest

Share This